Condizionatori originali e curiosi

Questo curioso gadget per avere fresco d’estate arriva, come al solito, dal Giappone. Nel paese del Sol Levante ogni estate partono delle campagne contro l’esagerato utilizzo dell’aria condizionata in ufficio, fonte di tanto consumo energetico e di bollette della luce salate. Già nel 2005  la campagna Cool Biz prevedeva che impiegati e dirigenti potessero andare in ufficio senza obbligo di cravatta, in modo da poter sbottonare la camicia e avere meno caldo. Questa strana operazione in realtà ha prodotto un notevole risparmio sulle spese elettriche in quanto i condizionatori mediamente venivano utilizzati di meno. E così tutti i membri del governo giapponese si mostravano in pubblico senza giacca, senza cravatta e con camicia leggera. Cool Biz è l’unione di due parole inglesi (cool e business) e anche quest’anno la campagna ambientale di risparmio energetico è in atto. Ma qualcuno che soffre troppo il caldo può trovare dei gadget tecnologici per avere ancor più aria condizionata, o almeno per averla in modo “diverso”.

L’azienda Kuchofuku Inc.ha creato dei vestiti con sistemi di aria condizionata:  questi particolari capi di abbigliamento sono dotati di ventola con cui aspirano aria e deumidificatore interno, permettendo così di ridurre la temperatura del corpo e dando sensazione di fresco. Il meccanismo è dotato di più velocità, in modo da dare il giusto grado di temperatura. Ecco i modelli di condizionatori montati su tshirt, giacche e giubbotti:

vestiti con aria condizionata incorporata

Questi indumenti sono disponibili sia in polyestere 100%, sia 100% cotone. Il condizionatore funziona a pile ricaricabili. Particolare importante, i ventilatori sono leggeri e preservano la forma dell’indumento. Inventati nel 2005, pian piano si stanno affacciando anche nei mercati fuori dal Giappone. Costo: a partire da poco più di 100 dollari americani, acquistabili online. Se vedere indossati questi abiti tecnologici in ufficio può sembrare una cosa strana ed esagerata, molto utili potrebbero essere invece in caso di lavori duri, magari all’aperto: provate ad immaginarvi un venditore ambulante, un muratore o un minatore che indossano questi giubbotti refrigeranti!

Un altro gadget per il condizionamento piuttosto “geek” è il letto con materasso ad aria condizionata. Il funzionamento si comprende dal seguente schema: in pratica prende aria dalla parte superiore tramite due ventoline poste nello “spazio cuscino”, che viene raffreddata tramite una membrana inserita lungo il materasso, permettendo di dormire freschi e di poter riposare nelle afose notti d’estate.

letto con aria condizionata

E infine per chi non è interessato a questi nuovi gadget per il condizionamento, allora il consiglio – oltre che di bere tanto, mangiare frutta e passeggiare al fresco – è quello di montare in maniera adeguata i condizionatori! Se proprio vi dovete comprare un condizionatore almeno non montatelo come si vede in questa immagine, dove il caldo anzichè essere buttato fuori dalla stanza viene rimesso in circolo!

climatizzatore montato male

Ecco infine un “fai da te” piuttosto “artistico” ma almeno funzionante

climatizzatore artigianale

F.B. www.magnaromagna.it – Fonte: CScout, Engadget