Parodie: i titoli dei film porno

gola profondaUna raccolta di goliardiche parodie dei grandi film classici trasformati in un’ipotetica versione per adulti. La pagina NON contiene materiale hard ma solo goliardico umorismo. Chi non ha mai scherzato storpiando i titoli dei film? Ecco cosa può partorire una mente giovale e perversa…

I piu’ divertenti film pornografici:

007 e i servizietti segreti
Un trans chiamato desiderio (Originale: Un tram chiamato desiderio)
A volte ritrombano (Originale: A volte ritornano)
All Babà e i 40 guardoni (Originale: Alì Babà e i 40 ladroni)
Ani 90! (Originale: Anni Novanta)
Biancaneve sotto i nani (Originale: Biancaneve e i sette nani)
Cappuccetto rotto (Originale: Cappuccetto Rosso)
Altrimenti c’arrapiamo (Originale: Altrimenti ci arrabbiamo)
Il signore dei bordelli (Originale: Il signore degli anelli)
Il silenzio degli impotenti (Originale: Il silenzio degli innocenti)

Famosa è la commedia sexy all’italiana degli anni settanta, le cui protagoniste sono diventate delle icone di quegli anni: Anna Maria Rizzoli, Carmen Russo, Laura Antonelli, Edwige Fenech, Barbara Bouchet, Nadia Cassini, Gloria Guida. La parodia dapprima delle opere classiche e poi di film e opere contemporanee cominciò all’inizio degli anni settanta, quando uscirono i film Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda e Quando le donne si chiamavano madonne interpretati da Edwige Fenech, Pippo Franco e Mario Carotenuto, il cui successo fece capire ai produttori che era un terreno fertile per nuovi film del genere. Successivamente infatti nacquero dei “sottofiloni” a seconda dell’ambientazione di queste commedie: le poliziotte (La poliziotta, 1974; La poliziotta fa carriera, 1976; La pretora, 1981), le caserme (La dottoressa del distretto militare, La soldatessa alle grandi manovre), la scuola (La liceale, L’insegnante viene a casa, La professoressa di lingue, La compagna di banco, La professoress di scienze naturali). Tra i successi più famosi: Giovannona Coscialunga disonorata con onore, Sessomatto, La governante, Zucchero Miele e Peperoncino, La liceale nella classe dei ripetenti, fino ai giochi di parole più espliciti, come Buona come il pane, La patata bollente (con Edwige Fenech e Renato Pozzetto), W la foca!, Cornetti alla crema, La dottoressa sotto il lenzuolo, Chiavi in mano. Tutte pellicole che hanno fatto la fortuna delle piccole televisioni commerciali all’inizio della loro diffusione, e che continuano a riempire molti palinsesti attuali.